Agire Insieme

Raccontare una grande azienda del nostro territorio non è mai facile… Come sapete evitare i cliché e l’utilizzo di parole inglesi (che fa sempre figo) è il nostro must (appunto) e ci teniamo particolarmente a non scadere nelle banalità, portandovi davvero oltre le spesse mura dei prefabbricati e le facciate dietro cui si celano imprese reali, fatte di persone, cose, valori, lavoro e idee. E soprattutto storia che negli anni si è magari intrecciata a quella della nostra città, segnando linee importanti, anche questa fatta da uomini e donne, aretini e aretine, che proprio qui hanno voluto scommettere tutto… Tra le tante realtà di cui possiamo raccontarvi, quella di TCA Spa, è sicuramente una che ha radici profonde in terra aretina, che affondano nei lontani anni ’80. La voglia di fare di Pasquale Turchetti, l’esperienza e la competenza di Simone Tavanti e Santi Rossi della Metalchimica Srl si fondono per dare le origini all’azienda che conosciamo oggi, quella in cui ogni giorno lavorano con impegno oltre 130 dipendenti, in 3 sedi italiane, per offrire un servizio che oggi è internazionale. TCA oggi è un partner consolidato e affidabile per il comparto orafo-argentiero italiano e per imprese che in ogni applicazione industriale, nel mondo, hanno a che fare con i metalli preziosi. Un punto di riferimento per molte imprese nel recupero dei metalli preziosi, contenuti in scarti di varie tipologie e provenienze. Dal settore orafo a quello farmaceutico, dal settore elettronica a quello odontoiatrico e molto ancora. TCA recupera prima e poi restituisce i metalli, o il loro valore, nei formati necessari e richiesti dalle varie imprese, garantendo purezze eccellenti (come da certificazioni LPPM e LBMA) che poche aziende al mondo riescono a raggiungere.
Nonostante il forte respiro internazionale che oggi caratterizza TCA, si percepisce il forte legame con il territorio; che cosa lega TCA alla dimensione aretina?
«Nasciamo per servire le imprese del territorio e la nostra crescita nel tempo è legata a doppio filo con il successo del pregiato comparto orafo argentiero, qui sviluppato. Il nostro percorso storico è fatto di incrementi ed evoluzioni, proprio per assecondare le esigenze del nostro mercato e garantire loro i servizi necessari (dal recupero, al banco metalli). L’internazionalità in cui oggi siamo inseriti parla di ciò che nel tempo abbiamo deciso di intraprendere ovvero la volontà di portare i nostri servizi di recupero a un pubblico più eterogeneo di imprese che utilizzano i preziosi, che oggi sono presenti e necessari in moltissime applicazioni industriali.» Commenta Tommaso Chiarini, Global Business Development Manager di TCA.

Sono moltissime le relazioni che l’azienda è felice di tessere con organizzazioni e associazioni aretine, ma anche con le scuole del territorio attraverso rapporti consolidati e programmi formativi di alternanza scuola-lavoro.
Ci teniamo molto a promuovere o co-progettare iniziative che creino valore, per la comunità. Nel farlo riteniamo di particolare interesse le iniziative che possono avere un impatto importante sulle nuove generazioni con cui desideriamo condividere senso e appartenenza alla comunità.” Le iniziative culturali e di divulgazione che TCA ha promosso sono numerose: Arezzo Science Lab, i progetti portati avanti con l’Associazione Crescere ODV come il campo solare Start(t)Care, oppure il calendario Tessere Insieme o, ancora, “Sulle Tracce dell’Ecologia”, rubrica tenuta su tv regionali con lo scopo di divulgare e far conoscere informazioni utili per comportamenti ecologici. Ma anche la sponsorizzazione dell’iniziativa di Farrago, la serie “Rumors” interamente girata ad Arezzo o ancora la sponsorizzazione di serate dedicate alla musica, iniziative scolastiche legate al giornalismo, festival progettati da giovanissimi con forti ricadute sul territorio, come il “Malpighi Festival” e così via.
La vostra partecipazione alla comunità e per il territorio è davvero forte; che cosa è l’iniziativa ACT?
«ACT ci è piaciuta subito perché è una parola palindroma che si può leggere anche TCA. Significa agire, per noi però significa fare insieme ed è la testimonianza del fatto che siamo parte del territorio, siamo una comunità e dobbiamo agire insieme per creare e preservare valore in questa terra. Per raccontare questa parola abbiamo creato una sezione nel nostro sito, nella quale abbiamo voluto raccontare i vari progetti, presenti e futuri, tra cui anche “Trasforma” che ci vede impegnati con l’Università di Bologna in una importante iniziativa per creare strumenti concreti utili alla circolarità e a un design di prodotti che tenga conto della fase di recupero e smaltimento degli stessi. Crediamo che l’economia possa essere permeata da nuovi atteggiamenti e imprese e singoli individui possano fare molto per trasformarsi in ottica ecologica. E ciò che per prima cosa occorre fare è collaborare e il progetto in questo caso è proprio quello di fare sistema. È impensabile rispondere alla sfida che l’ecologia ci chiede, come singoli.»
Veniamo al fattore umano… Quale è il clima che si respira in azienda? Quali valori trasmettete ai vostri dipendenti?
«Crediamo nell’importanza della collaborazione e per questo promuoviamo un clima di partecipazione tra le persone. Serietà, capacità, esperienza unite a collaborazione, partecipazione, sicurezza e relazione. La formazione continua è un elemento portante e importante dello stare nell’impresa. Il sistema che abbiamo costruito all’interno dell’azienda potrebbe essere definito ‘relazionale’, volto a creare tra colleghi un clima che generi valore e che porti serenità. È indubbio che tutto questo sia funzionale al benessere di chi collabora con noi e alla produttività. Abbiamo diverse posizioni aperte in azienda e siamo alla continua ricerca di giovani ragazzi e ragazze pronti a mettersi in gioco, capaci, ma soprattutto proattivi, per continuare a creare valore per l’impresa e per chiunque ne faccia parte o vi sia in relazione, nelle più diverse dimensioni.»

di MELISSA FRULLONI

tcaspa.com
Castelluccio, 11, Capolona | Tel. 0575 3911
IN: TCA SpA

MELISSA FRULLONI

Vegetariana militante. Animalista convinta.
Femminista in prova. Cresciuta con il poster di Jim Morrison appeso alla parete.
Romanticamente (troppo) sensibile e amante della musica vintage.
Una laurea in giornalismo, un cane, mille idee e (a giorni alterni) la sensazione di poter fare qualsiasi cosa…

Post Correlati