Senza macchia e senza paura

Ho pensato a lungo se fosse o meno il caso di affrontare questo argomento perché la delusione è assicurata e poi vi ritrovo a piangere in un angolo con in sottofondo “Truly Madly Deeply” dei Savage Garden…
Ma ho deciso di sfruttare il momento già drammatico di per sé per aprirvi gli occhi su una cosa importante, in modo da smentire una volta per tutte che “tanto ormai peggio di così non può andare” e dimostrare che invece, cari amici ottimisti, può farlo eccome.
Parliamo delle macchie ai denti in ogni declinazione. Ormai siamo grandi e a meno di non nutrirci quotidianamente con il menù base della festa delle medie come: panini al latte con mortadella e succo di frutta all’albicocca, vi dico già che tutto il resto macchia.
Voi preferite il succo di mirtilli che adesso che siete grandi vi dà un exotic touch anche un po’ healthy? Macchia.
Non prendete il caffè ma il tè o la tisana? Macchiano tutti.
Ah non fumate? Fate bene, il fumo fa male e usate una spruzzatina di propoli ogni due ore per le difese immunitarie? Macchia anche quella.
Niente vino? Bravi voi. Però usate l’aceto balsamico che rende sublime ogni piatto? Macchia anche quello. Come la cola, il curry, il pomodoro. Per non parlare delle barbabietole, zeppe di vitamine e macchie in pronta consegna. Non credo che in tanti, qui, vadano proprio pazzi per le barbabietole ma non si sa mai.
Tutto questo per dirvi che: non c’è scampo! Le macchie sono come la sfiga, voi la scansate e quella vi segue.
Ora magari vi aspettate che io sia depositaria del segreto per i denti bianchi senza macchia tutta la vita con regole incise su una tavola di marmo donatami dai miei avi. Io vi posso anche dire che ce l’ho sta formula magica ma poi la delusione come la gestiamo? Non me la sento, sono per l’onestà anche se mi rende antipatica.
Però due o tre tips ve li posso dare.
Il primo è: perseverare. Come fate quando visualizza e non risponde e mandate un altro messaggio.
Perseverare nell’igiene orale quotidiana, con l’aiuto del filo interdentale e dello spazzolino elettrico, nettamente più efficace dello spazzolino manuale per mantenere i denti lisci e puliti e quindi senza macchie.
Il secondo è: rispettare. Sì i vostri denti, non aggredendoli con sostanze che promettono miracoli sbiancanti. Sono promesse da marinai quindi occhio. Alla fine indeboliscono i denti e ve li rendono più gialli. Però potete usare un dentifricio whitening delicato privo di microgranuli, carbone vegetale e illusioni.
Il terzo è: aspettare. In questi tempi frenetici non è facile ma è utile aspettare almeno 30 minuti prima di spazzolare i denti dopo aver mangiato i mirtilli o bevuto il caffè e non rinunciare mai all’igiene orale professionale che rimuove con precisione le macchie e farà apparire i vostri denti più bianchi.
Opinione generica: non vi risolverà la vita ma anche masticare qualche chewing-gum allo xilitolo può aiutare.
Insomma ragazzuoli miei, in questa rubrica verità, amara come la vita, abbiamo capito che non esistono miracoli ma solo costanza e perseveranza.
Per il resto ci sono io: per fugare dubbi, sospetti e nuvole.

Dott.ssa Noemi Cutini
“Da piccola volevo fare la farfalla, adesso faccio la dentista. Vanto una notevole cultura in cartoni animati merito dei miei pazienti pediatrici, il mio oggetto preferito è la polaroid, aspetto ancora che mi
spuntino le ali.”

noemicutini.com
FB: Studio dentistico Cutini
IG: @studiodentisticocutini

Post Correlati