Il segreto delle bevande zero

Le bevande zero zuccheri e zero calorie, sono molto ricercate per cercare di conciliare gusto e contenere l’introito calorico. Le bibite classiche (soft drink come cola, soda e succhi) possono, infatti, contenere grandi quantità di zucchero che alcune aziende sostituiscono con edulcoranti o dolcificanti artificiali per conquistare quella parte di mercato “fitness” e più attenta alla linea. I dolcificanti a zero calorie o ipocalorici sono additivi alimentari, cioè sostanze soggette a regolamentazione la cui sicurezza deve essere valutata prima dell’immissione in commercio. Alcune sostanze edulcoranti sono invece “estratti”, ossia delle concentrazioni di composti presenti in natura che apportano zero o poche calorie.

Il potere dolcificante degli edulcoranti è molto più elevato dello zucchero, del miele e del fruttosio (da 4-5 volte maggiore a oltre 10.000 volte), anche se quello che conta è il sapore, che non è proprio come quello dello zucchero, ma vedendo il largo uso, piace lo stesso.
L’utilizzo degli edulcoranti è molto controverso e ci sono discordanti studi sulla loro salubrità, anche se le ricerche, da cui le approvazioni, garantiscono di non essere nocivi se consumati ragionevolmente.
Se si esagera con i vari edulcoranti, sia sintetici che naturali, è possibile che si presentino effetti indesiderati, fra i quali l’effetto lassativo. Ci sono anche evidenze che suggeriscono che gli edulcoranti di sintesi hanno un profondo impatto sul microbiota intestinale ospite, sull’asse intestino-cervello, sull’omeostasi del glucosio, sul consumo di energia e sull’aumento di adiposità corporea (grasso). Può quindi essere ragionevole farne un uso limitato e sporadico.

Sebbene gli edulcoranti siano commercializzati come un’opzione più salutare perché non contengono zucchero, la stragrande maggioranza dei dati degli studi a disposizione non supporta questa affermazione. Tuttavia, può essere un modo per ridurre il consumo di bevande zuccherate.
Le persone che bevono abitualmente bibite zuccherate, sostituendole con quelle a 0 calorie, possono ridurre significativamente l’assunzione di zucchero. Si può quindi iniziare gradualmente a passare a bevande più salutari, come l’acqua , anche frizzante.
Il consiglio per rimanere in buona salute è fare un uso occasionale e limitato di bibite edulcorate e preferire sempre l’acqua, l’unica bevanda che disseta veramente.

Dott. Christian Faffini Dietista Nutrizionista
Via del Pantano, 42
Via G. Donizetti, 11A San Leo, Arezzo
dietistafaffini@gmail.com
338 9820951
dietistafaffini.it
IG: @christianfaffinidiet
TikTok: @ildietista
miodottore.it/z/6PaHVo

Post Correlati