Dal backstage della nostra copertina

Qualche giorno fa, in un tiepido pomeriggio quasi autunnale, abbiamo incontrato Susanna Caperdoni e Alice Zainab, intente nella creazione della copertina del numero di settembre di WEARE!
Diciotto anni una e venticinque l’altra, fotografa e modella, fin da subito tra le due si è creata quell’intesa speciale, che spesso capita tra sconosciuti e fa sentire a casa.
Il servizio fotografico si è svolto nel parcheggio Cadorna, sotto la supervisione dell’obbiettivo della nostra Cheyenne Mariotti, anche lei fotografa, che ha immortalato il backstage.
Susanna ha un approccio fresco alla fotografia e un occhio attento, ci racconta che non sa ancora, nella sua giovane età, come si svilupperà il suo percorso e dove la porterà. Scatta col cuore e con quell’ingenuità di chi adora lasciarsi sorprendere.

La prima macchina fotografica l’ha ricevuta in regalo a sedici anni, scattare era un gioco, un passatempo. Oggi si sta addentrando sempre più nel mondo della fotografia, studiando le foto di moda e le pose delle modelle per riprodurle nei suoi set.
Alice, la risata sarcastica e uno stile unico, ha iniziato da poco a posare seriamente, ci si è ritrovata quasi per caso, ma le piacerebbe poter intraprendere questa carriera. Già la madre, ci racconta, ha avuto un passato da modella, e dagli splendidi lineamenti di Alice lo si può intuire bene.
Le due ragazze si muovono sicure sul set, sperimentando ogni angolo e ogni inquadratura, seguite da Cheyenne che ha documentato il servizio passo dopo passo.

Lo sguardo attento di Susanna vaglia lo spazio, le dita veloci sul pulsante di scatto, le viene così naturale, sembra nata per questo. Alice sorride appena, ed ecco che si compie la magia.
Lo scatto perfetto è una ricerca, è la passione di chi ama ciò che fa e l’occhio implacabile alla ricerca della perfezione.
Il risultato è strepitoso: i colori che guizzano dallo sfondo, l’atmosfera urbana, la città che si fonde con l’individuo e diventa parte dello scatto.
Tutto… in pieno stile WEARE!

di MARTINA SALVINI

Credits Cheyenne Mariotti

MARTINA SALVINI

Filologa in divenire e scrittrice presso la vita. Amo i libri più delle persone – ma meno degli animali – amo l’arte, la musica e i bucatini. Sono Bilancia e femminista: un mix letale di indecisione, senso di giustizia e propensione alla polemica. Vivo per scrivere, a volte scrivo per vivere.

 

Post Correlati