Rally Obedience
Dall’educazione allo sport

Confidiamocelo pure senza timidezza: insegnare cose nuove al nostro cane ci piace molto.
Per iniziare, prendiamo ispirazione da un film visto in televisione, da un video su youtube con un cane che conosce tantissimi trucchetti divertenti, oppure direttamente dal nostro istruttore cinofilo di fiducia e ci ritagliamo del tempo per Fido.
Non importa che l’obiettivo sia un esercizio semplice oppure uno che richiede più passaggi ed esperienza: la soddisfazione quando raggiungiamo insieme al nostro beniamino il risultato sperato è sempre tantissima!
Io per prima adoro insegnare nuovi comportamenti ai miei labrador retriever che, dal canto loro, sono sempre pronte ad imparare. Certo, ora che si va verso la stagione inverna- le, il meteo non sempre ci è amico e a volte occorre passa- re in salotto più tempo del previsto…
Per questo è importante avere un asso nella manica da giocare nei momenti di noia oppure durante un pomeriggio piovoso. Il mio è sicuramente la Rally Obedience. Questa disciplina sportiva, che può essere praticata in forma sia ludica sia sportiva, offre tantissime possibilità di allena- mento e può essere perfetta anche in casa, grazie alla poca attrezzatura necessaria.
Cosa occorre? Un pavimento non scivoloso dove provare gli esercizi (va benissimo anche il tappeto del salotto) e dei premi graditi al cane, alimentari oppure giochi.
In pratica, la Rally-O è un percorso di obbedienza costruito grazie a dei cartelli che indicano l’esercizio che cane e conduttore (proprietario) devono affrontare insieme di volta in volta.

Sono Elisa Mengozzi, istruttore cinofilo professionista. Segui questa rubrica anche nei prossimi numeri di WEARE e scoprirai tante informazioni sul mondo dei cani, sui loro bisogni, su training e sport cinofili.

Hai un dubbio o una curiosità? Scrivimi e il tuo potrebbe essere l’argomento del prossimo articolo: redazione @wearearezzo.it

All’aperto, fra un cartello e l’altro ci si sposta con il cane in condotta al piede, ossia che cammina vicino al proprietario prestando attenzioni alle sue indicazioni.
La Rally Obedience è un ottimo modo di tenere sempre in allenamento l’obbedienza di base insegnata a Fido ed evi- tare che, col tempo, gli esercizi appresi si coprano di polvere e ragnatele. Non solo, è estremamente personalizzabile in base al livello di affiatamento e di comunicazione di cane e conduttore e gli esercizi sono in ordine di difficoltà sempre crescente.
Per le sue caratteristiche, è la risposta perfetta a un pomeriggio piovoso o a una giornata piena di impegni: tantissimi cartelli riguardano comportamenti statici, come il seduto, il terra o il resta fermo e possono essere allenati in casa, senza eccessiva difficoltà e in poco tempo.
È importante ricordare sempre che Fido ha bisogno di tenere impegnata anche la testa, oltre alle zampe e che i momenti dedicati all’apprendimento sono preziosi per affinare l’intesa e la comunicazione con il nostro cane.
Se hai già un metodo per insegnare cose nuove a Fido, puoi iniziare seguendo uno dei moltissimi tutorial disponibili. Se invece non hai mai provato, affidati ad un istruttore esperto e parti con la zam… ehm, con il piede giusto!

ELISA MENGOZZI

Istruttore cinofilo professionista. Segui la mia rubrica su WEARE e avrai tante informazioni sul mondo dei cani, sui loro bisogni, sulle ultime novità su training e sport cinofili. Ti aspetto!

Hai un dubbio o una curiosità? Scrivimi e il tuo potrebbe essere l’argomento del prossimo articolo: redazione@wearearezzo.it

Post Correlati