Fratelli d’Impasto

Poco fuori dalla storica cittadina di Castiglion Fiorentino, due fratelli di origine campane, Salvatore e Giuseppe, uniscono le loro forze per creare un luogo dove la tradizione si mescola alla sperimentazione e all’innovazione, accompagnando il pubblico nel vasto universo di uno dei cibi più amati e conosciuti al mondo: la pizza.
Anche se potrebbe risultare scontato, Fratelli d’Impasto deriva dal fatto che effettivamente siamo due fratelli accomunati dall’amore che abbiamo per la pizza e quindi ci sembrava il nome più adatto per questa nostra nuova avventura. Lavoriamo entrambi nel settore della ristorazione da circa vent’anni ed abbiamo sempre gestito ristoranti e pizzerie a conduzione familiare. Sin da quando eravamo giovani, c’è sempre stata una passione mai messa in pratica, finché non siamo entrati nel settore. Con il passare del tempo, quell’amore è cresciuto esponenzialmente, amplificato dal coinvolgimento della famiglia e maturato con le precedenti esperienze che ci hanno condotto fin qui.”
Perchè focalizzarvi solo sulla pizza?
«Abbiamo scelto di specializzarci nella pizzeria, tralasciando la ristorazione classica, perché ci siamo posti l’obbiettivo di far rivalutare il concetto di pizza napoletana, spesso etichettata e stereotipata dal Centro e dal Nord Italia, come pesante o difficile da digerire, proponendo al cliente un prodotto che risulti più leggero e soffice, nonostante mantenga la croccantezza e la friabilità.»
Quindi si parla di un’evoluzione del classico?
«Assolutamente sì! Per esempio, adottiamo un nuovo metodo d’impasto che prevede un’idratazione maggiore del lavorato rispetto a quello classico napoletano, rendendo così il prodotto finale più digeribile e come già detto in precedenza, più soffice e quindi più appetibile anche ai palati più difficili.
Nel nostro menù stagionale, a parte la classica margherita e la quattro stagioni, si trovano solamente nuove combinazioni di farciture inventate e testate da noi, senza la possibilità di modifica su richiesta, proprio perché quei bilanciamenti sono frutto di un lungo studio da parte nostra. Nessuno dei nostri prodotti, in mancanza di un ingrediente, viene sostituito da altro in conformità al rispetto che abbiamo per il nostro amore nel crearle. Chiaramente partiamo sempre dalla tradizione, ma guardiamo molto all’innovazione poiché anche quello della pizza è un mondo in costante evoluzione. Persino le scatole che utilizziamo per l’asporto sono particolari: presentano una serie di fori che permettono la traspirazione, evitando così che la pizza perda qualità per colpa della condensa, ma allo stesso tempo, mantengono il calore al loro interno.»

Un laboratorio… di idee!
«In effetti sperimentiamo costantemente, partendo dall’utilizzo di materie prime di qualità, a chilometro zero, testiamo vari tipi di farine, nuovi processi di lievitazione e combinazioni di ingredienti, sempre alla ricerca di un prodotto innovativo e migliore del precedente. Per farla breve, siamo alla ricerca dell’impasto perfetto!» (Ridono).
Sicuramente non è cosa da tutti. Diversi ristoratori preferiscono adagiarsi senza sperimentare o innovare i propri prodotti, ma non sembra affatto il vostro caso. Vorreste spingervi ancor più lontano?
«Dopo tutto questo tempo nel settore, sentiamo ancora il desiderio di imparare e di innovarci, guardando al futuro con le nostre ambizioni ed i nostri progetti, di cui Fratelli d’Impasto è solamente la base di partenza. Per adesso, ci vogliamo concentrare esclusivamente sulla zona di Castiglion Fiorentino, ma a seconda della risposta che riceveremo, ci sono già varie idee per espanderci. Diciamo che non abbiamo mai stabilito dei confini precisi per ciò che vorremmo costruire partendo da quest’attività e che siamo aperti a ciò che il futuro ci riserva.»
La scelta di aprire a settembre 2020 è stata piuttosto coraggiosa…
«Il progetto è maturato proprio durante il primo lockdown e confrontandoci tra di noi, abbiamo deciso di far partire i lavori in estate, indipendentemente dalla situazione. La nostra volontà di metterci all’opera era più forte di qualunque cosa. E siamo rimasti davvero soddisfatti della risposta del pubblico: per i primi quaranta giorni di apertura, abbiamo avuto addirittura clienti tornati più volte nella stessa settimana ed i numeri in generale sono stati incredibili. Anche adesso, l’asporto riscuote un gran successo, nonostante noi personalmente siamo dell’opinione che questa tipologia di pizza deve essere consumata in loco per poterla apprezzare appieno, sia per un discorso di natura qualitativa, sia per una questione psicologica.»

di LORENZO STIATTI

Via Aretina, 207B
Castiglion Fiorentino
0575 1596401
FB: Fratelli d’Impasto
IG: @fratellidimpasto

LORENZO STIATTI

Chitarrista e cantautore, principalmente legato da un amore indissolubile alla musica punk e a tutte le sue derivazioni. Lettore accanito sin dall’infanzia e scrittore al giorno d’oggi.

Post Correlati