Tutto il potere del suono

La musica per me rappresenta un momento espressivo completamente affidato al sonoro.
Si presenta così Elia Gonnella, 24 anni e un talento che intreccia musica e scrittura.
Il linguaggio è anch’esso affidato al sonoro, tuttavia la musica a differenza del linguaggio non posa su quel rapporto tra significante e significato. La musica scardina questa relazione e si affida completamente al suono.
Elia ci presenta il suo pensiero, il suo modo di vedere la musica, oltre il gusto personale. Usa un linguaggio preciso e centrato. Ha studiato chitarra, sia acustica che jazz, poi ha continuato gli studi in musica presso il Centro studi Fingerstyle e Siena Jazz e si è laureato in filosofia. Il suo percorso è un flusso irrefrenabile di suoni e parole.
La passione per la musica è arrivata da piccolo, quando Elia a soli quattro anni scoprì il suono grazie alle pentole di casa e qualche anno più tardi iniziò il suo primo corso di batteria.
La musica riesce a comunicare, senza dire. È una cosa stupenda che accorda anche popolazioni e visioni differenti. La musica permette di mantenere i legami tra dimensioni affettive ed emotive ed espressioni generali che trascendono l’ordinarietà.
Un curriculum che vede attività musicali, ma anche composizioni. Scrivere e comporre sono le basi della sua espressione. “La scrittura è arrivata abbastanza spontanea, un modo naturale di esprimermi e dar forma a qualcosa che sento. La poesia riesce a tenere saldi i nodi di una sensazione che vogliamo esprimere.
Dove non arriva il suono, Elia usa il linguaggio. Quando alle parole sfugge qualcosa, la musica le completa. Così porta la sua arte a festival, mostre, matrimoni oltre che in molte collaborazioni: “I progetti vengono fuori velocemente, purtroppo questo periodo è stato abbastanza difficile ma le cose si muovono.
Il suo nome d’arte è PsichedElia, un gioco di parole che racchiude un significato profondo, quella della sua anima. “Questo è un progetto nato per fare una musica che sentivo di dover fare. Un mix di musica ambiental e acusmatica. Unisco suoni registrati nelle passeggiate e quelli dei miei strumenti accompagnati dall’elettronica. Poi ci sono tracce anche più strumentali con un sovrastarsi di note nelle linee melodiche.

Nelle sue parole si percepisce l’emozione che mette in quello che sta facendo, la volontà di continuare a farlo nel migliore dei modi e soprattutto quanto è soddisfacente poter condividere con gli altri quello che tutto questo gli da.
La musica mi trasmette pienezza in due momenti. Uno più personale e l’altro è quando queste cose diventano condivisibili, quando si vede una reazione negli altri. Qui percepisco pienezza e completezza che si ha nel reagire e nel rapporto con gli altri. Quando sei a suonare o quando qualcuno legge qualcosa di tuo si ha qualcosa di più intenso, è li che raggiungi uno scopo.
E inevitabilmente continuo ad ascoltare la sua musica, ogni suono inizia ad avere un valore diverso. Si percepisce tutta la magia della creatività, si percepisce la potenza della musica.

di GIULIA BASAGNI

Soundcloud
YT: Elia Gonnella
IG: @psichedelia_gonnella
academia.edu

GIULIA BASAGNI

Avete presente la sensazione di un fiume in piena, che niente e nessuno è in grado di fermare?
Ecco questa sono io, Giulia Basagni, 29 anni, laureata in Comunicazione, media e giornalismo, piena di energia e vitalità.
Pronta ad accogliere ogni avventura a braccia aperte, curiosa, affascinata dai nuovi spazi e con gli occhi attenti a guardare oltre.

Post Correlati