WEARE... In love

Siamo innamorati

Siamo innamorati. Di questo cielo, azzurro, ghiacciato, che fa spazio ad una luna gigante, alla fine di quelle giornate invernali di puro sereno, che al sole del pomeriggio ti sembra quasi primavera e che invece quella brezza fredda ti riporta con i piedi per terra e torni a vedere ancora tutti i rami secchi e neppure un prato in fiore…

Siamo innamorati. Di quel tramonto così chiaro e di queste basse montagne che ci circondano che alla sera diventano rosa sotto i fini e lunghissimi raggi solari. Siamo innamorati. Di questa città e dei posti che ci fa vivere; dei luoghi del nostro cuore, di quelli che amiamo e di quelli che ci fanno ricaricare le pile dopo l’interminabile settimana. Siamo innamorati. Dei nostri locali, di quelli dove si beve, si brinda, si balla, si ride, ci si diverte, ci si scarica dai problemi e della tensioni, di quelli in cui ci si riconosce e si conosce tutti, quelli che viviamo la notte e che ci fanno sentire davvero vivi, nonostante il buio ci direbbe di andare a dormire presto…

Siamo innamorati. Di queste giornate che si allungano e di questi mesi che ci portano fuori dall’inverno; di questo giorno degli innamorati che “si baciano in piedi. Contro le porte della notte. E i passanti che passano li segnano a dito. Ma i ragazzi che si amano. Non ci sono per nessuno. Ed è la loro ombra soltanto. Che trema nella notte. Stimolando la rabbia dei passanti. La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia. I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno. Essi sono altrove molto più lontano della notte. Molto più in alto del giorno. Nell’abbagliante splendore del loro primo amore.

Siamo innamorati. Di un giorno che celebra l’amore e di tutti gli altri dell’anno in cui siamo innamorati, non conta di chi o di cosa, piuttosto come; perché siamo innamorati di come ci fa sentire la sensazione di essere innamorati, quella di essere davvero felici per qualcosa; fecondi per accogliere un momento, per assaporarne ogni sfaccettatura; pronti a sentirci vivi…

Siamo innamorati. Di queste pagine, del loro odore, dello status che ci conferiscono, di quello che sentiamo nel cuore quando leggiamo tra le sue righe e allora non ci siamo per nessuno, non c’è disprezzo, non ci sono risa, non c’è invidia; perché noi che amiamo in questo giorno siamo altrove, molto più lontano della notte, molto più lontano da questa cittàNell’abbagliante splendore di questo amore.

EDITORIALE DI MELISSA FRULLONI

MELISSA FRULLONI

Vegetariana militante. Animalista convinta.
Yoga praticante. Cresciuta con il poster di Jim Morrison appeso alla parete.
Romanticamente (troppo) sensibile e amante della musica vintage.
Una laurea in giornalismo, un cane, 27 anni, mille idee e (a giorni alterni) la sensazione di poter fare qualsiasi cosa…