Vacanza a misura di Fido

Puntuale come sempre è arrivato quel momento dell’anno in cui si pensa alle vacanze e si cerca il posto giusto per ritagliarsi qualche giorno, o magari qualcuno di più, di fuga dalla quotidianità. Eccoci pronti a sognare la spiaggia più ambita del litorale, il locale dove tirar tardi e ballare fino alla mattina o la montagna perfetta da cui respirare aria nuova mista a sogni e progetti per l’inverno. Fino a qui niente di difficile, a meno che… non si debba programmare una vacanza a misura anche di Fido!
Quella di viaggio con il cane può essere un’esperienza meravigliosa, appagante e ricca di reciproche scoperte, se ben pensata sulle esigenze di tutti. Come fare quindi per scongiurare stress, problematiche e preoccupazioni legate a questa partenza di famiglia?
Prima di tutto, occorre capire quale sia il posto più adatto per Fido, considerando la sua personalità, la forma fisica, il livello di attività a cui è abituato, la sua età ed eventuali esigenze specifiche.
Se il nostro cane, ad esempio, apprezza l’acqua, le camminate sul bagnasciuga e ama sperimentarsi come provetto archeologo, scavando buche sulla sabbia in cerca di preziosi reperti, quella del mare è sicuramente la scelta migliore: dopo aver individuato il posto che ci piacerebbe visitare, basta informarci sulla presenza di spiagge per cani nelle vicinanze, così da regalare a Fido dei momenti di pura felicità. Se è abituato ad aspettare tranquillo anche in posti diversi da casa, possiamo scegliere di dividere la giornata e di vivere la spiaggia con lui nelle ore più fresche e meno frequentate, regalandoci qualche momento solo per noi negli altri momenti.

Se, invece, è un tipo “zampe in spalla e camminare”, non possiamo non valutare un bel posto di montagna, con sentieri da esplorare, rifugi da scoprire e chilometri da vivere insieme, al ritmo che più ci si addice. Di solito, non è consentito sciogliere i cani nei parchi e nelle foreste, per preservare la fauna selvatica: è bene informarci prima di lasciare Fido libero e, comunque, anche in caso di regolamenti poco ferrei, facciamolo solo se possiamo richiamarlo senza problemi, anche in presenza di forti distrazioni.
In caso di dubbio, meglio entrare nei boschi in punta di piedi e tenere il nostro cane al guinzaglio: sarà un’esperienza ugualmente appagante per tutti.
Se, infine, Fido non ha problemi con l’ambiente urbano e amiamo le vacanze culturali, una città d’arte potrebbe essere la meta giusta per noi: in questo caso, scegliere periodi in cui le temperature non siano eccessivamente alte ci permetterà di immergerci senza pensieri nei vicoli più caratteristici della zona, ammirare statue, giardini, sculture e gustare un aperitivo all’ombra del nostro monumento preferito.
Attenzione però: anche se il nostro cane è abituato alla città, per rendere la sua vacanza indimenticabile come la nostra, mettiamo in calendario anche una giornata nel verde oppure una passeggiata nel parco più bello dei dintorni, così che Fido possa esplorare un ambiente a sua dimensione, immergersi completamente in un mondo di odori e sgranchirsi le zampe, giocando con noi.
Prima di partire, inoltre, un confronto con il medico veterinario è sempre consigliato: lui potrà dirci se per la zona che abbiamo scelto sono necessarie accortezze specifiche e fornirci indicazioni utili per il preparare il bagaglio di Fido insieme ai classici must have, ad esempio: collare e guinzaglio, museruola, medaglietta, sacchettini igienici, libretto sanitario o passaporto.
E ora, che tutto è programmato al meglio e siamo pronti all’avventura, prendiamo la macchina fotografica, godiamoci il percorso e ritagliamoci qualche momento per meravigliarci insieme a Fido: quelle dei cani in vacanza sono sempre espressioni da ricordare, buffe, felici e a volte piene di meraviglia, e sicuramente troveranno un posto d’onore nel nostro album dei ricordi…

Sono Elisa Mengozzi, istruttore cinofilo professionista. Segui questa rubrica anche nei prossimi numeri di WEARE e scoprirai tante informazioni sul mondo dei cani, sui loro bisogni, su training e sport cinofili.

Hai un dubbio o una curiosità? Scrivimi e il tuo potrebbe essere l’argomento del prossimo articolo: redazione @wearearezzo.it

ELISA MENGOZZI

Istruttore cinofilo professionista. Segui la mia rubrica su WEARE e avrai tante informazioni sul mondo dei cani, sui loro bisogni, sulle ultime novità su training e sport cinofili. Ti aspetto!

Post Correlati