Il respiro del bosco

Boschi e foreste sono i luoghi contemplativi per eccellenza: hanno qualcosa di “misticamente ancestrale” che agevola una veloce riconnessione con la nostra vera essenza. Nella foresta il caos pratico e mentale che abbiamo normalizzato nelle nostre vite decade, lasciando spazio a nuova energia; il tempo rallenta, le orecchie vengono inondate dai suoni della Natura, che sono incisi nel nostro DNA. Ma che cosa intendo per riconnessione? Intendo la messa a tacere della mente con i suoi pensieri, permettendo il riavvicinamento di anima e corpo, come quando eravamo bambini. La mente è uno strumento che viene formato crescendo, composto di pensieri prefabbricati, logica, modelli comportamentali e opinioni; una specie di lente che distorce a modo nostro tutto quello che percepiamo. Sono un appassionato di trekking e di corsa in montagna, per me il bosco non è solo il posto dove mi siedo su un tronco per meditare, anzi, vedo questo ambiente come dinamico e stimolante visto l’energia che emana; quindi cosa di meglio che cercare la riconnessione meditando in cammino o di corsa? Ecco qualche mio personale consiglio: Recati nel tuo bosco preferito e mentre cammini o corri porta l’attenzione al tuo respiro spontaneo e divieni consapevole del fatto che stai respirando. Di’ a te stesso: “So che sto inspirando”, quando inspiri e “So che sto espirando”, quando espiri. Osserva la presenza del bosco, sentiti, avverti cosa stanno calpestando i piedi, che cosa entra in contatto con le tue percezioni, il caldo, il freddo, i profumi, i rumori. Vedrai i pensieri gradualmente allontanarsi, ed ogni qual volta che se ne presenta uno ripeti: “So che sto inspirando”, “So che sto espirando”. La mente getterà la spugna e lascerà spazio a nuove percezioni. Pratico questa tecnica ormai da qualche anno, e mi porta uno stato di profondo benessere, la mia personale percezione è quella di perfetto equilibrio, il dentro e il fuori si equivalgono e la vita diventa pura presenza, pura consapevolezza.

Riccardo Ferri
Sono un cercatore! Un corpo alla ricerca dei propri limiti, una mente in cerca di libertà, un anima in cerca di consapevolezza. Amante della supervivenza, mi esprimo tra cielo, montagne e mare; provando a migliorarmi in ogni azione o pensiero che faccio.

Post Correlati